La spaccata che non hai mai avuto

Se pensi che sia impossibile raggiungere la spaccata proprio ora che sei negli “enta“ (per non dire negli “anta“) continua a leggere qui sotto.

Puoi ancora fare la spaccata, per poter finalmente zittire tutti quelli che appena scoprono la tua passione per il balletto ti chiedono se ne sei capace.

Non esiste formula magica o esercizio garantito, l’unica cosa assolutamente necessaria é la costanza (e l’assenza di impedimenti medici e problemi muscolo-tendinei).

Prima di iniziare

Prima di cominciare il tuo training per la spaccata devi assicurarti di fare un buon riscaldamento, aumentando il ritmo cardiocircolatorio e provocando nel tuo corpo l’aumento generalizzato della temperatura.

Per ottenere questo risultato puoi alternare una camminata rapida a dei piccoli balzi sul posto, alcune circonduzioni delle anche e delle spalle e dei movimenti di roll up e roll down di tutta la colonna.

Raggiungi la spaccata senza fare la spaccata

La spaccata è solamente il tuo obiettivo. E’ completamente inutile, quando non dannoso, mettersi in posizione e soffrire in silenzio per alcuni interminabili minuti.

Lo stretching statico è una pratica ormai superata, anche se spesso ancora troppo utilizzata.

Soprattutto per un fisico ormai adulto, stare a lungo nella stessa posizione di allungamento estremo non garantisce di raggiungere risultati qualitativamente ottimali ed in tempi rapidi. Rischi di stufarti ben prima di esserti anche solo avvicinata alla spaccata!

Per prima cosa devi allungare bene la catena muscolare posteriore. Il modo migliore per farlo è mettersi nel cane a testa in giù dello yoga, ovvero formare una sorta di triangolo con il proprio corpo con le mani ed i piedi a terra.

Questa posizione è raggiungibile anche se non sei molto flessibile, puoi spostare le mani più avanti o più indietro a seconda di come ti senti più comoda. Una volta in posizione, piega alternativamente il ginocchio destro e sinistro e senti allungare tutta la muscolatura posteriore.

Passiamo adesso alla catena muscolare anteriore e spirale. Sdraiati a pancia in sù e apri le braccia lateralmente con i palmi verso il pavimento. Piega le ginocchia e lasciale cadere lateralmente, come se stessi facendo un grand plié in prima posizione. Respira profondamente 5 volte e poi porta il ginocchio destro sopra il sinistro, andando in torsione con il corpo. Respira a fondo e poi ripeti dall’altro lato. Ripeti l’intera sequenza quattro o cinque volte.

Dopo questo stretching preliminare, posizionati in affondo. Distendi la gamba destra dietro di te e fai attenzione che il tallone del piede sinistro sia bene a terra. Cerca di rimanere allineata con il corpo e di lasciare che il fianco destro si allunghi il più possibile. Respira a fondo 5 volte e poi sposta il peso indietro, andandoti a “sedere” sul tallone destro e lasciando la gamba sinistra tesa davanti a te. Allungati in avanti con il busto, se riesci prendi il piede sinistro con le mani. Mantieni la posizione per altri 5 profondi respiri.

Cambia gamba e ripeti questa sequenza dall’altro lato.

Adesso sei pronta a provare a fare la spaccata. Ricordati di rilassarti e respirare. Se hai paura del dolore o hai un po’ di “ansia da prestazione” i tuo i muscoli si irrigidiscono e sarà impossibile migliorare.

Prenditi tempo e fai questi esercizi almeno quattro o cinque volte la settimana: vedrai che la spaccata non è così lontana come ti sembra adesso!! 🙂

Maddalena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto